Ecologia secondo Econatura

  • Consulenza, Riciclo
  • Nessun commento
  • Andrea Montagna

La gestione dei rifiuti

Econatura > Blog > Consulenza >

Ecologia secondo Econatura

Il nostro principale valore è il rispetto dell’ambiente.
Oltre allo smaltimento dei rifiuti ci occupiamo di assistenza e formazione attraverso corsi e incontri con il cliente spiegando a 360° tutto ciò che c’è da sapere per una perfetta tenuta dei registri e l’ottimizzazione delle procedure in modo che non danneggino nessun sistema.
Il nostro servizio parte dall’inquadramento normativo che ci permette di stabilire le linee guida da seguire per la gestione dei rifiuti, oltre che dei codici CER. Successivamente, ci organizziamo nel classificare i rifiuti ed inserirli in un deposito temporaneo dove spieghiamo il perché di ogni classificazione, per poi trasferirci in reparto dove creiamo un’area rifiuti apposita nella quale il consulente ADR potrà svolgere un’analisi, seguendo le normative, per la messa in sicurezza del trasporto dei rifiuti.

Una volta realizzato il deposito temporaneo, subentrano tutti gli obblighi del produttore:

  • la tenuta del registro in cui verrano segnati in maniera regolare le produzioni dei rifiuti
  • il controllo generale delle autorizzazioni dei propri fornitori
  • la compilazione della denuncia dei rifiuti (MUD)
  • fino a passare alla parte finale dello smaltimento.

 

La formazione comprende anche come affrontare un carico di rifiuti, come presentarli all’autista, come etichettarli, quali documenti bisogna avere, come compilare il formulario o se è già compilato, come verificare la corretta compilazione.

Seguire queste procedure è fondamentale sia per la salvaguardia ambientale che per il sistema di smaltimento in generale, ma anche per evitare sanzioni (che partono dai 3.000 euro ai 95.000 euro) a cui il cliente andrebbe incontro se non le dovesse rispettare.
Oltre alle procedure sopra citate, un produttore deve avere altri obblighi, i principali sono:

  • Classificare i rifiuti
  • Selezionare accuratamente i propri fornitori
  • Tenere SEMPRE aggiornato il registro dei rifiuti
  • Tenere sempre d’occhio la cartellonista dell’area rifiuti
  • Avere un raccoglitore dove tenere, in maniera ordinata e chiara, tutte le schede sui rifiuti
  • Al momento dell’incontro con il trasportatore, ha l’obbligo di controllare che tutti i documenti forniti siano corretti, e che il trasportatore sia autorizzato al trasporto

 

Inoltre è importante che tutto sia ben definito sia nel camion che in sede aziendale, per agevolare i soccorsi in caso di incendio, sapendo già cosa spostare come e dove muoversi. Se il produttore riesce ad ottimizzare tutto questo procedimento, in caso di controllo dell’ARPA, ridurrà in maniera consistente il rischio di una sanzione.

Sei interessato a svolgere un percorso formativo per avere un’azienda pulita e in sicurezza?

Contattaci -> https://www.econatura.it/
Puoi trovarci anche sui nostri social network -> facebook e linkedin

Andrea Montagna
Autore: Andrea Montagna

Lascia un commento