Organizzare i rifiuti – le responsabilità dell’imprenditore

  • Consulenza
  • Nessun commento
  • Andrea Montagna

La gestione dei rifiuti è un ambito nel quale ogni azienda o privato deve sapersi muovere, soprattutto se si ha a che fare con rifiuti molto differenziati tra di loro, spesso pericolosi o che necessitano, per legge, di trattamenti speciali.

La loro corretta classificazione fa si non solo che l’azienda risulti a norma con gli standard merceologici previsti dalla legge, ma che rispetti l’ambiente e mantenga l’area pulita e protetta dai rifiuti pericolosi. Lo stoccaggio, in primis, è responsabilità dell’imprenditore che ancor prima di delegare il lavoro ad un esperto, deve saper decidere come gestire i rifiuti.

Cosa deve fare l’azienda?

Il primo step è quello più importante perché l’imprenditore deve identificare i diversi rifiuti attraverso analisi chimiche e seguendo il decreto legislativo 152 del 2006 con il quale trasforma l’identità del rifiuto in un numero a 6 cifre che andrà poi ad inserire nella segnaletica di sicurezza (etichettatura). Questo passaggio è fondamentale per tenere tutte le documentazioni (registri e denuncia rifiuti) in regola e per organizzare al meglio il deposito temporaneo che l’azienda dovrà allestire in seguito, prima della raccolta.

L’area circostante deve essere segnalata da cartellonistica e mai posta a rischio di piogge, allagamenti, raggi solari o a rischio di folate di vento. Questo vale per i rifiuti solidi, al contrario, quelli liquidi devono essere raggruppati in un bacino di raccoglimento, in caso di rottura.

Per installare un deposito temporaneo ci sono delle condizioni che devono essere rispettate:

  1. Limite temporale (quanto tempo può restare attivo) o limite volumetrico (la quantità massima dei rifiuti).
  2. La suddivisione corretta dei rifiuti in categorie omogenee
  3. L’imballaggio dev’essere a norma, quindi ogni gruppo di rifiuti deve avere l’apposito contenitore e l’etichetta deve specificare il codice, il nome e la pericolosità del rifiuto.

Il deposito aiuta a mantenere la sicurezza aziendale ed evita la miscelazione dei rifiuti, sopratutto di quelli pericolosi che prima della spedizione devono essere etichettati secondo le norme ADR. A questo punto, l’imprenditore potrà delegare agli esperti il ritiro e lo smaltimento degli stessi.

Ci occupiamo da oltre 10 anni del recupero e smaltimento rifiuti urbani, speciali, pericolosi e non, liquidi e solidi e garantiamo la gestione documentale completa per aiutare l’azienda a non commettere errori.

Inoltre, organizziamo corsi sulla gestione dei rifiuti dalla A alla Z spiegando tutte le normative e successivamente analizziamo tutto ciò che riguarda lo stoccaggio rifiuti e corsi avanzati tenuti nella sede dell’azienda richiedente.

Scopri di più → https://www.econatura.it/corsi

Oppure contattaci su info@econatura.it

Seguici anche sui nostri social

Facebook e Linkedin

Andrea Montagna
Autore: Andrea Montagna

Lascia un commento